Napoli

metropoli d’Europa

Napoli deve accrescere la propria riconoscibilità nel mondo, come città di rara bellezza, vivibile, ricca di storia e cultura, gioiello in Italia e in Europa

GAETANO MANFREDI

Gaetano Manfredi, 57 anni, ingegnere, rettore dell’Università degli studi di Napoli Federico II dal 2014 al 2020, presidente della CRUI dal 2015 al 2020, ministro dell’Università e della Ricerca da gennaio 2020 a febbraio 2021.

Se ripenso alla mia infanzia ho dei bellissimi ricordi legati in particolare alla famiglia. Una memoria fatta soprattutto di sapori e odori, e di conversazioni sincere con una zia che ha sempre vissuto con noi e con la quale c’era quella maggiore libertà di dialogo che non si ha di solito con i genitori. È da adolescente che ho cominciato a comprare dischi rock. Una passione vera, un poco folle come tutte le collezioni: ho qualche migliaio di vinili, ma in cima a tutti metto i Led Zeppelin e i Genesis.

Da Sindaco la musica sarà proprio uno degli ambiti e delle potenzialità di questa città che vorrò sviluppare maggiormente. Voglio essere un Sindaco rock ma fin da giovane avevo deciso di essere ingegnere. Mi piace mettere ordine, sviluppare processi e risolvere problemi, anche complessi. Il Dottorato in Ingegneria delle Strutture mi ha poi portato ad essere professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni. Qualcosa di molto concreto, che è poi l’approccio che mi è servito per affrontare in prima persona la gestione del post terremoto a L’Aquila. Sono stato poi Consigliere del Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica Amministrazione dal 2006 al 2008 e in seguito Ministro dell’Università e della ricerca dal gennaio 2020 a febbraio 2021. Ho vissuto l’essere stato Rettore dell’Università di Napoli “Federico II” e poi Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane come un attestato di stima per la nostra città e per il nostro Ateneo. Ho sempre pensato e penso tuttora che tutti debbano avere la possibilità di studiare e di migliorare la propria qualità di vita. È per questo che ho fatto sempre il possibile perché anche le famiglie meno facoltose potessero iscrivere i loro figli ai corsi universitari. E così intendo interpretare anche la mia prossima sfida, valorizzando il grande capitale umano che questa città esprime ma non ancora al meglio. Per usare due successi dei Genesis, l’attuale “Land of confusion” deve diventare una città che “Home by the sea” nella quale Napoli potrà rinascere e vivere anche la sua dimensione di città di mare.

Nella definizione del programma del governo, scritto insieme alla mia squadra, ho spesso chiesto un parere a mia figlia Sveva. Che mi invita ad osare, a dare speranza alla sua generazione e nel farlo mi dice che tutto questo non deve essere fantascienza (per citare un’altra delle mie passioni).

“Napoli deve riprendere il ruolo che storicamente le compete, quello di grande metropoli dell’Europa mediterranea.”

Scarica qui 

IL PROGRAMMA COMPLETO

LISTA NAPOLI LIBERA

1. SIMEONE GAETANO detto NINO
2. ACCIAVATTI LUCIO
3. AVITABILE DANIELE
4. BAGNALE GIUSY
5. BALESTRIERI VITTORIO
6. BARRA FRANCESCA
7. CAMMAROTA NOEMI
8. CASTELLONE GAETANO
9. CATAPANO GIUSEPPE
10. CELOTTO CIRA
11. CHIRICO FRANCESCO
12. CILENTI MASSIMO detto CILENTO
13. COLIZZI STEFANIA
14. CONTI MARIA detta CHIARA
15. CORONA CIRO
16. CUOMO RAFFAELE
17. D’ANDREA GIANCARLO
18. DEL GIUDICE RAFFAELE
19. DI DIO STEFANO
20. DI SOMMA SARA
21. ESPOSITO CARMINE
22. ESPOSITO MARIA LUISA
23. GENTILE CIRO
24. GREGORACI ROBERTA
25. GRAZIANO BARBARA
26. GUAZZO ANNA
27. LAZZARI MARCO
28. LUCARELLI RENATO
29. MILANO ORESTE
30. MUROLO BARBARA
31. MUSELLA ANGELO
32. SCARPATI BARBARA
33. SCOGNAMIGLIO FRANCESCA
34. SERAFINI PAOLO
35. SERIO CARMELA
36. SIMIA PAOLO
37. STOECKLIN MIREILLE detta FABBROCINI
38. VERDE LICIANA
39. VOLPE LUCREZIA
40. VOZZELLA LUCIANA

Elenco casellario giudiziale candidati

Seguici su facebook